La rivolta della natura

Caldo estremo, uragani, piogge torrenziali, incendi, nuovi virus aggressivi come quello che ha segnato il mondo intero nel 2020. La natura ha cominciato a ribellarsi. E non c’è più tempo: l’impatto dell’uomo sul nostro pianeta ha un peso ormai insostenibile. Molte patologie infettive degli ultimi decenni, da Ebola all’AIDS, da hendra alla dengue, non sono solo tragedie dettate dal caso. C’è un nesso profondo tra la loro diffusione e i cambiamenti climatici, la deforestazione, l’inquinamento e anche la diseguaglianza sociale, perché povertà e fame sono alleati dei virus. La rivolta della natura abbraccia pera prima volta in un unico sguardo la visione infinitesima dei microscopi e il grande respiro della Terra. A raccontare è la giornalista scientifica e scrittrice Eliana Liotta, che riflette con uno dei più apprezzati virologi medici della scena internazionale, Massimo Clementi. Gli studi sul rapporto inscindibile tra salute dell’uomo e salute del pianeta diventano materia viva di narrazione, validata dallo European Institute on Economics and the Environment (EIEE), l’istituto europeo impegnato nella ricerca economica e ambientale. Con la chiarezza dei genitori bravi a rispondere alle domande dei figli o di quei professori che sanno spiegare agli studenti, gli autori fanno un punto rigoroso sulle cause reali delle moderne epidemie e sulle cure possibili, con un approfondimento sui cibi che affiancano il sistema immunitario. Dobbiamo imparare dai nostri errori e agire subito per correggerli. Il clima di un futuro che per certi versi e già presente può trasformare lande vaste della terra in incubatori incredibili per le larve di zanzare. Lo scioglimento delle calotte polari può minacciarci con virus giganti che riemergono dai ghiacciai. Negli ecosistemi degradati gli agenti patogeni si adattano alle poche specie selvatiche rimaste e 

riescono a fare più facilmente il salto da un pipistrello o un roditore a noi. Nelle aree inquinate, i microrganismi trovano autostrade spianate per insediarsi e moltiplicarsi. La natura ci chiede di fare la pace. Ascoltiamola. 

Parte dei proventi della vendita di questo libro saranno devoluti alla ricerca scientifica dell’IRCSS Ospedale San Raffaele di Milano. 

ELIANA LIOTTA, giornalista e scrittrice, è autrice di best seller tra cui La Dieta Smartfood, in team con l’Istituto europeo di oncologia (IEO), pubblicata in oltre 20 Paesi, Il bene delle donne, L’età non è uguale per tutti e Prove di felicità (La nave di Teseo). Firma due rubriche settimanali sul Corriere della Sera: una sul Corriere Salute e una su Io donna. Ha vinto nel 2017 il Premiolino, il più antico premio giornalistico italiano, e nel 2019 il Bologna Award per la comunicazione della sostenibilità ambientale. 

MASSIMO CLEMENTI dirige il laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Con il suo team ha isolato il virus della SARS e nel 2020 il coronavirus responsabile della pandemia. Autore di oltre 350 lavori scientifici, è professore ordinario all’Università Vita-Salute San Raffaele, dove ha attivato la Scuola di specializzazione in Microbiologia e Virologia e dov’è stato preside della facoltà di Medicina e Chirurgia fino al 2019, per tre mandati consecutivi. 

Lo European Institute on Economics and the Environment (EIEE) è una partnership tra la Fondazione CMCC, il centro di ricerca italiano sul clima, e Resources for the Future, storico istituto statunitense di economia dell’ambiente. Lo scopo di EIEE (Istituto europeo per l’economia e l’ambiente, nella traduzione italiana) è quello di valutare gli impatti economici e sociali delle grandi sfide ambientali, cambiamento climatico in primis, e di delineare strategie di soluzione verso la sostenibilità. Il direttore è Massimo Tavoni, professore ordinario al Politecnico di Milano

Start typing and press Enter to search